mercoledì 7 novembre 2012

CURA DEI CAPELLI: UNO SHAMPOO PER OGNI TIPO DI CAPELLO

Gli shampoo non devono solamente togliere lo sporco, ma devono anche curare il capello svolgendo un'azione idratante, nutriente, rinforzante e protettiva.
Molti trattamenti si avvalgono di principi attivi naturali che non aggrediscono il capello: il tè verde, per esempio, ha proprietà tonificanti rimuove le impurità dai fusti e dona una sferzata di energia alla chioma, ma non solo.
L'estratto di tè verde purificante, li deterge senza appesantirli.
Lolio di semi di girasole e l'estratto di melagrana, invece, sono ottimi antiage perchè contrastano l'azione dei radicali liberi, rivitalizzando sia i capelli che il cuoio capelluto.
L'olio e il burro di karitè hanno proprietà nutrienti, idratanti, protettive ed emollienti, mentre l'aloe vera, ricca di vitamine, purifica e rigenera i capelli deboli e sfibrati.
Tutto merito della miscela di amminoacidi contenuti nel gel di aloe, gli stessi presenti nei follicoli: un trattamento a base di aloe vera rigenera i bulbi, favorisce la ricrescita dei capelli e li irrobustisce.
Per le sue proprietà lenitive, l'aloe vera è perfetta anche in caso di arrossamenti del cuoio capelluto ed è un valido rimedio contro la forfora.
L'olio di argan con vitamina E, acidi grassi essenziali e antiossidanti, ha proprietà idratanti ed elasticizzanti ed è un ottimo antidoto contro la formazione delle doppie punte.
La noce verde, ricca di omega-3, omega-6, oligoelementi e vitamine, protegge dallo smog.
La camomilla rinfresca e addolcisce la chioma, mentre l'olio di noce brasiliana difende il colore della tinta.
Tra i più noti amici dei capelli c'è anche l'olio di semi di lino: con vitamina F, cementa tra di loro le squame dei capelli, la cuticola diventa morbida, levigata e riflette la luce tenendo la capigliatura ultra brillante.

PARTE 7: GIOCA CON I CONTRASTI

Con un trucco-occhi grafico, usate colori decisi e delineate l'attaccatura delle ciglia con una matita a mina morbida allungando il tratto all'esterno.
Se avete gli occhi chiari sottolineateli con ombretti dai colori foncè come il malva e il classico nero, ma anche con le polveri shimmer cioè color bronzo e oro: è proprio l'uso di un ombretto scintillante che dà rilievo ad un trucco quasi monocromatico.
Per la bocca sfumate una matita beige su tutta le labbra, poi applicate gloss trasparenti, con micro paillettes, vinilici, cangianti, effetto wet, ma sempre chiarissimi.
Se la bocca diventa il punto clou del maquillage, lo sguardo andrà sottolineato con colore non colore fatti di luce e sfumature cangianti che illuminano in trasparenza; poi via libera ai nuovi mascara che, oltre a incurvare, allungare e infoltire le ciglia, donano una profondità speciale allo sguardo.
Se siete bionde e volete un effetto naturale, puntate su quello marrone, optate per il mascara nero se volete un risultato più deciso o se siete brune.
Un altro tipo di trucco è il nude look.
Per il lucido usate l'illuminatore su tutto il viso poi applicate un fard in crema sulle guance e sfumatelo anche sulle palpebre.
Aggiungete solo un velo di gloss iridescente; per ottenere l'effetto mat invece approfittate di ciprie e terre che danno luce e rendono la carnagione setosa.
Sfumate la cipria con un pennello dalla punta tondeggiante e fatelo scorrere sul viso con movimenti veloci e circolari.
Applicate la terra, e tanto mascara sulle ciglia. Contornate le labbra con la matita beige e sfumatela su tutta la superficie.