venerdì 30 novembre 2012

UNGHIE NEWS

Una delle grandi novità si chiama RING FINGER NAIL POLISH, a inventarla è stato Leighton Denny, un vero esperto della nail art.
Si tratta della "RING FINGER NAIL POLISH", dove l'unghia dell'anulare viene laccata con un tono diverso rispetto alle altre dita.
Si possono creare molte sfumature che vanno dai colori a contrasto alle applicazioni di fiori, cuori e stelle, glitter e così via.
I nuovi smalti creano molti effetti per esempio il CRACKLE si ottiene con 2 smalti, prima si applica il colore poi uno speciale top coat in un'altra tonalità a contrasto che mentre si asciuga si spacca creando un particolare effetto crepato.
Un'altra novità sono le righe magnetiche da realizzare con i nuovi kit che abbinano uno speciale smalto e una calamita.
Basta applicare il colore e avvicinare la calamita alle unghie  in modo che le particelle matalliche contenute nella texture vengono attratte dal magnete, creando un gioco di righe sulle unghie sia verticale che orizzontale, secondo il proprio gusto.
Le donne puntano anche ad avere una perfetta manicure.
Le maison cosmetiche propongono prodotti ad hoc: sieri emollienti per trattare le cuticole, lime in vetro, soluzioni per uniformare il colore dell'unghia, trattamenti per stimolare la crescita e così via.

martedì 20 novembre 2012

COME TOGLIERE MACCHIE E FORUNCOLI UTILIZZANDO IL CORRETTORE

Ci sarà capitato molte volte di svegliarci la mattina con delle fastidiose occhiaie o un foruncolo o con una ruga in più.
Per queste cose ci sono dei rimedi veloci per minimizzare al meglio queste imperfezioni.
Per fare ciò possiamo ricorrere al correttore che deve rispondere per consistenza e tonalità al nostro tipo di incarnato e ai problemi specifici della nostra pelle.
Per le occhiaie di colore bluastre è consigliabile usare un correttore color arancio: per chi le ha violacee l'ideale è color pesca.
Gli arrossamenti dati dalla couperose si minimizzano con il verde; mentre i brufoli punti neri ed altre imperfezioni si possono nascondere mettendo un prodotto color beige.
Se invece il problema sono le rughe preferite una formula in crema o fluida: si stende con facilità ma ha una coprenza discreta, inferiore a quello dello stick.
Questo tipo di prodotto è adatto a un viso con poche occhiaie ma segnato dai segni del tempo.
Lo stick cancella un viso stanco, occhiaie evidenti, discromie cutanee, ma anche brufoli e cicatrici ed è adatto ad un viso giovane e per chi ha la pelle grassa e si applica sul punto critico prima del trucco.

martedì 13 novembre 2012

PELLE: BISOGNA FIDARSI DELLA DEPILAZIONE LASER?

La depilazione con laser o luce pulsata funziona, ma non per tutti.
Ed è importante rivolgersi sempre ad un centro medico: un dermatologo valuterà, in base alla pelle, intensità e numero di trattamenti a cui sottoporsi.
Il principio su cui si basa la luce pulsata e laser è lo stesso.
Ma la luce pulsata, essendo intermittente, è più delicata.
E' più indicata quindi su inguine, ascelle o per eliminare i baffetti.
Il funzionamento è questo: immaginate che il pelo sia un parafulmine: la melanina contenuta nel fusto pilifero intercetta e assorbe il fascio di luce, che lo brucia fino al bulbo: non fa male ma dà un pò di fastidio perchè causa un pò di pizzicore.
La domanda che ci facciamo più frequentemente è questo: La depilazione è davvero definitiva? La rsposta è: dipende.
Il risultato migliore si ottiene con i peli scuri e in media bastano 6/7 sedute.
Se sono castani chiari ne occorreranno di più e potrebbe servire un trattamento di richiamo ogni anno.
Se sono molto chiari queste tecniche non hanno effetto: i costi vanno da 300 euro a seduta per inguine o ascelle a 600 per gamba o braccia.
Non poco ma se considerate quante cerette fate ogni anno.
Nei centri estetici i prezzi sono più bassi, ma i macchinari meno potenti e meno efficaci e poi non c'è controllo medico.
Come ogni cosa c'è la sua controindicazione: se si è abbronzati o di fototipo molto scuro è sconsigliato: la melanina della pelle attira il fascio di luce e quindi possono comparire bruciature o macchie.
Cosa molto importante, attenzione ai nei: prima di procedere con il laser vanno sempre ricoperti e protetti con una matita bianca.

venerdì 9 novembre 2012

RINFORZA I CAPELLI CON I PRODOTTI GIUSTI

La domanda che ci facciamo è questa: perchè cadono i capelli?
Le risposte sono molteplici: la caduta dei capelli può essere causata da una predisposizione ereditaria, dai trattamenti agli shampoo troppo aggressivi, ad un uso improprio di piastre e phon, a diete dimagranti troppo drastiche, dal fuma al cattivo riposo, ma la maggior parte delle volte è dovuto dallo stress.
E il fenomeno colpisce non solo gli adulti ma il 60% degli adolescenti maschi italiani e il 40% delle ragazze tra i 12 e i 20 anni secondo uno studio dell'IHRE (International Hair Research Foundation).
Per mantenerli sani e curati richiedi sempre una diagnosi medica per individuare le cause della caduta se questa è copiosa.
Evita gli shampoo troppo forti e scegli detergenti che, oltre a eliminare scorie e impurità, favosriscano la rigenerazione dei capelli.
Segui una dieta ricca di minerali e vitamine, come la B6 e la B12 che previene anche la caduta legata alla carenza di ferro.
Esegui un massaggio coi polpastrelli sul cuoio capelluto; ti aiuterà a far penetrare al meglio i trattamenti anticaduta e stimolerà la circolazione.
E infine fai yoga: allontanando lo stress anche i capelli ritrovano la forza di reagire.

mercoledì 7 novembre 2012

CURA DEI CAPELLI: UNO SHAMPOO PER OGNI TIPO DI CAPELLO

Gli shampoo non devono solamente togliere lo sporco, ma devono anche curare il capello svolgendo un'azione idratante, nutriente, rinforzante e protettiva.
Molti trattamenti si avvalgono di principi attivi naturali che non aggrediscono il capello: il tè verde, per esempio, ha proprietà tonificanti rimuove le impurità dai fusti e dona una sferzata di energia alla chioma, ma non solo.
L'estratto di tè verde purificante, li deterge senza appesantirli.
Lolio di semi di girasole e l'estratto di melagrana, invece, sono ottimi antiage perchè contrastano l'azione dei radicali liberi, rivitalizzando sia i capelli che il cuoio capelluto.
L'olio e il burro di karitè hanno proprietà nutrienti, idratanti, protettive ed emollienti, mentre l'aloe vera, ricca di vitamine, purifica e rigenera i capelli deboli e sfibrati.
Tutto merito della miscela di amminoacidi contenuti nel gel di aloe, gli stessi presenti nei follicoli: un trattamento a base di aloe vera rigenera i bulbi, favorisce la ricrescita dei capelli e li irrobustisce.
Per le sue proprietà lenitive, l'aloe vera è perfetta anche in caso di arrossamenti del cuoio capelluto ed è un valido rimedio contro la forfora.
L'olio di argan con vitamina E, acidi grassi essenziali e antiossidanti, ha proprietà idratanti ed elasticizzanti ed è un ottimo antidoto contro la formazione delle doppie punte.
La noce verde, ricca di omega-3, omega-6, oligoelementi e vitamine, protegge dallo smog.
La camomilla rinfresca e addolcisce la chioma, mentre l'olio di noce brasiliana difende il colore della tinta.
Tra i più noti amici dei capelli c'è anche l'olio di semi di lino: con vitamina F, cementa tra di loro le squame dei capelli, la cuticola diventa morbida, levigata e riflette la luce tenendo la capigliatura ultra brillante.

PARTE 7: GIOCA CON I CONTRASTI

Con un trucco-occhi grafico, usate colori decisi e delineate l'attaccatura delle ciglia con una matita a mina morbida allungando il tratto all'esterno.
Se avete gli occhi chiari sottolineateli con ombretti dai colori foncè come il malva e il classico nero, ma anche con le polveri shimmer cioè color bronzo e oro: è proprio l'uso di un ombretto scintillante che dà rilievo ad un trucco quasi monocromatico.
Per la bocca sfumate una matita beige su tutta le labbra, poi applicate gloss trasparenti, con micro paillettes, vinilici, cangianti, effetto wet, ma sempre chiarissimi.
Se la bocca diventa il punto clou del maquillage, lo sguardo andrà sottolineato con colore non colore fatti di luce e sfumature cangianti che illuminano in trasparenza; poi via libera ai nuovi mascara che, oltre a incurvare, allungare e infoltire le ciglia, donano una profondità speciale allo sguardo.
Se siete bionde e volete un effetto naturale, puntate su quello marrone, optate per il mascara nero se volete un risultato più deciso o se siete brune.
Un altro tipo di trucco è il nude look.
Per il lucido usate l'illuminatore su tutto il viso poi applicate un fard in crema sulle guance e sfumatelo anche sulle palpebre.
Aggiungete solo un velo di gloss iridescente; per ottenere l'effetto mat invece approfittate di ciprie e terre che danno luce e rendono la carnagione setosa.
Sfumate la cipria con un pennello dalla punta tondeggiante e fatelo scorrere sul viso con movimenti veloci e circolari.
Applicate la terra, e tanto mascara sulle ciglia. Contornate le labbra con la matita beige e sfumatela su tutta la superficie.

lunedì 5 novembre 2012

PARTE 6 : TRUCCO NON TRUCCO

IL TREND: I colori vanno scelti in base ai toni della carnagione e dei capelli.
Ecco le regole base: per esaltare le bionde e ottenere un aspetto fresco e radioso è preferibile optare su una scala che va dal beige al rosa pallido.
Questi toni consentono di ravvivare il colorito anche delle castane chiare, che a volte tende all'opaco.
Mentre i beige-bruni che hanno una punta di rosso esalatno i toni già caldi delle more.
Per le pelli olivastre, via libera ai tocchi dorati e ambrati.
TRUCCO LUCIDO: più che percepire la consistenza del rossetto, questo trucco punta tutto sulla luminosità.
Naturalmente i gloss sono il clou per regalare alle labbra l'effetto light, con un risultato iridescente.
Ma anche i nuovi rossetti hanno formule trasparenti, cangianti e nacrè grazie a microparticelle che, proprio come i diamanti, riflettono la luce a 360°.
Un unico accorgimento: vanno applicati senza uscire dai contorni e, allora, sono perfetti per regalare l'effetto volume.
TRUCCO OPACO: l'effetto mat, tipico dei rossetti long lasting, è perfetto per ridimensionare con facilità i volumi delle labbra troppo carnose.
Se volete una bocca definita, contornatela con una matita neutra a mina morbida e sfumatela bene: il tratto non si deve percepire una volta applicato il rossetto.
E' una tecnica valida anche per le labbra segnate, perchè così vengono mimetizzati i piccoli difetti.
L'idea in più? per renderle più luminose applicate con il polpastrello un tocco di polvere con microglitter chiari, solo al centro delle labbra.
METALLIZZATO: i colori sparkling brillano di luce, ma sono meno volumizzanti rispetto a quelli lucidi e i loro riflessi cangianti illuminano le labbra, ma tendono a sfumarne i contorni.
Quindi se volete rendere la bocca più carnosa, prima di applicare il rossetto, definitela con la matita tono su tono; oppure sovrapponete un tocco di gloss, solo al centro delle labbra: diventeranno più morbide e tonde.

LA LINEA PURE & NATURAL DELLA NIVEA

La linea NIVEA con il 95% di ingredienti naturali riesce a soddisfare molte esigenze: benessere, salute, sicurezza e comunque bio.
Ce ne sono di tutti i tipi del latte detergente al deodorante, dall'idratante alla crema rassodante.
Nivea risponde con tante novità VISAGE, BODY, BABY e con formule rinnovate come gli ingredienti BIO OLIO DI ARGAN, con proprietà nutrienti, BIO ALOE VERA, con proprietà idratanti.
Ma anche BURRO DI KARITE' ORGANICO lenitivo e lipidi OMEGA 6 naturali per prevenire eritemi e irritazioni.
Tutta la linea è senza parabeni, siliconi, senza coloranti, senza oli minerali.
Per questo resta la linea più "PURA" che c'è.

PELLE RADIOSA CAMBIANDO CREMA

Per ottenere migliori risultati dagli idratanti è consigliabile cambiare crema ogni 2/3 mesi, in questo modo avrete l'opportunità di sperimentare nuove formulazioni capaci di regalare un aspetto rigenerante.
Creme e  fluidi sono formulati per essere assorbiti subito: ecco come fare.
- Prelevate una dose di prodotto e ripartitelo fra fonte, zigomi e mento;
- Con i palmi delle mani effettuate pressioni che partono dal centro del viso verso l'esterno;
- Infine picchiettate con i polpastrelli prima le sopracciglia poi gli zigomi e infine il mento.

UNGHIE SEMPRE IN ORDINE

Avere una manicure a posto è alla base dell'ordine.
Per prima cosa bisogna usare la superficie delle unghie; basta avere un buffer e passarlo sulle unghie così da rendere le unghie più lucide rimuovendo i riflessi opachi lasciati da saponi e detersivi.
Tutto ciò va fatto al massimo una volta a settimana.
Ora passiamo alle cuticole: basta applicare sul contorno dell'unghia un olio ammorbidente e poi rimettere dentro le cuticole con un bastoncino di legno di arancio.
Per passare lo smalto l'unghia deve essere pulita perciò passeremo un batuffolo di cotone imbevuto di un solvente arricchito con principi idratanti.
Poi passiamo alla limatura dell'unghia e poi iniziamo a mettere lo smalto.
Nel primo passaggio stenderemo la base, dopo che si è asciugato passeremo lo smalto.
lo smalto può essere steso per tutta l'unghia o solo sulla parte centrale dell'unghia.
Per farlo, bisogna immergere il pennellino, asciugarne un lato sul bordo della boccetta e passare l'altro con pennellate regolari e dritte.
Dopo di che passeremo alla seconda mano quando lo smalto sarà asciutto.
A questo punto quando lo smalto sarà indurito passeremo il fissatore detto TOP-COAT che proteggerà l'unghia dalle scheggiature.